Archivi tag: Babel

Continua in Valle d’Aosta Babel, il festival della parola

BABEL, IL FESTIVAL DELLA PAROLA IN VALLE D’AOSTA:
PROGRAMMA DI VENERDI’ 6 MAGGIO

Questo il programma di venerdì 6 maggio della seconda edizione di Babel, il festival della Parola in Valle d’Aosta.

Alle ore 11, nella Casa di Babel, la sezione BABELÉcole proporrà Enzo Siciliano: quel giorno di indimenticabile bellezza, a cinque anni dalla morte. Ricordo e testimonianza di Arnaldo Colasanti. L’evento è riservato agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado.
Cinque anni fa moriva uno degli intellettuali più complessi e rigorosi dell’Italia del dopoguerra. Enzo Siciliano, scrittore, filosofo, critico letterario e presidente della RAI nella stagione più innovatrice della televisione pubblica italiana. Cresciuto nel milieu di grandi poeti e narratori come Alberto Moravia e Pier Paolo Pasolini, Siciliano ha lasciato una eredità culturale, civile ed editoriale unica per forza poetica e coraggio civile. A cinque anni dalla scomparsa, lo ricordano, a Babel, un libro (La stanza chiara) di Arnaldo Colasanti e un documentario (Enzo Siciliano, lo scrittore e il suo guscio, di Catherine Mc Gilvray), raccolti nel cofanetto Enzo Siciliano. Quel giorno di indimenticabile bellezza (Fandango), ritratto intimo di un uomo che ha avuto la forza, il coraggio e la fortuna di poter vivere di cultura, trasmettendola e coltivandola.

Alle ore 18, alla Casa di Babel, la sezione BABELAutori proporrà Una storia d’amore. Sveva Casati Modignani racconta il suo libro Mister Gregory (Sperling & Kupfer, 2010).
Rosacoraggio, perché per raccontare l’amore, come per viverlo, di coraggio ce ne vuole molto. Sveva Casati Modignani racconta da trent’anni l’amore e i sentimenti, con una formula narrativa inedita. Sotto questo nome se ne nascondono due, Bice Cairati e suo marito (scomparso nel 2004), una coppia di sposi che racconta, sotto mentite spoglie, decine di passioni, tradimenti, delusioni e speranze. Mister Gregory, che Sveva-Bice porta a Babel, è il primo romanzo in cui l’autrice abita la mente e nel cuore di un uomo, attraverso un viaggio di “apprentissage” lungo un Secolo e due Continenti. Sveva Casati ha venduto oltre dieci milioni di copie dei ventuno libri pubblicati e tradotti in diciassette lingue. Ci vuole coraggio a raccontare le donne per le donne, senza compromessi, e naturalmente a saper scrivere anche per chi, abitualmente, non va in libreria: “quanto allo stile”, ha detto citando Stendhal, “l’ha inventato qualcuno che non aveva niente da dire”. Sveva Casati Modignani è una delle firme più amate della narrativa contemporanea. Il primo romanzo, Anna dagli occhi verdi, è stato pubblicato nel 1981, inaugurando un genere unico e inimitabile. Al primo, fortunato romanzo, ne sono seguiti fino a oggi altri venti, tutti coronati da un crescente favore dei lettori e dei critici e in parte diventati anche sceneggiati televisivi e film di successo.

Alle ore 19.30, nella Libreria Agorà, la sezione BABELAssaggi proporrà Gli autori valdostani. Lettura di Paola Corti, con accompagnamento musicale a cura della Sfom, Scuola di Formazione e Orientamento Musicale della Fondazione Istituto Musicale Pareggiato della Valle d’Aosta.

Alle ore 21, al Palais Saint-Vincent, la sezione BABELMusica proporrà Marinai, profeti e balene. Vinicio Capossela in concerto. Tour 2011.
Figlio di figli della terra irpina, Capossela è nato in Germania, ad Hannover, nel dicembre del 1965, anche se poi ha trovato la sua strada musicale in Emilia. Bologna è stata il teatro del suo primo disco, il sorprendente, fin dal titolo, All’una e trentacinque circa. Vince il Premio Tenco per la migliore opera prima e da allora ha sfornato, in media, due dischi all’anno. Ma è nei concerti che l’arte di Capossela trova consacrazione ed è attraverso i concerti che ha creato il suo pubblico, fedele ed appassionato, sia in Italia che all’estero. Il 2011 registra la sua ultima uscita discografica che segna l’ennesimo capitolo di una storia ancora da scrivere. Evento inserito nella programmazione della Saison Culturelle 2010/2011. Biglietto unico: 30 euro.

Alle ore 21, nella Libreria Agorà, la sezione BABELAutori valdostani proporrà Isoke Aikpitanyi a colloquio con Marika De Maria per raccontare il suo libro 500 storie vere.

Il calendario degli eventi è anche consultabile sul sito internet www.babelfestival.it e grazie all’applicazione per iPhone dedicata all’evento (scaricabile da AppStore).

Per informazioni: Tel. 0165273431 – 273457 (orario ufficio)

www.babelfestival.it